Scheda tecnica

La location è dotata di:

  • Open space di 350mq
  • Bar
  • Capienza 240 persone in piedi, 120 persone sedute
  • 2 cucine sceniche
  • 1 cucina professionale
  • Servizio catering
  • Ingresso con reception
  • Guardaroba
  • Toilette

 

Strumentazione:

  • Schermo 5x3mt
  • Videoproiettore
  • Avanzatore remoto slide
  • Impianto audio 4 casse da 120w
  • Mixer 4 canali
  • Amplificatore
  • WIFI

 

La progettazione e l’allestimento dello spazio viene studiato dall’amico Arch. Luca Pieracci, Titolare dello studio di Architettura Ark3P con sede a Milano.

Il Food Loft nasce come Spazio di relazione, ideato con un sistema di arredi dinamici, che mantengono la  sua vocazione di open space.

Il Food Loft racchiude al suo interno una polivalenza di funzioni con lo scopo di soddisfare la possibilità di accogliere sia la struttura di eventi e gestione della location, sia la struttura televisiva per le riprese.

L’ingresso è caratterizzato dalla presenza della reception con office per l’accoglienza, da qui si accederà al Loft tramite un percorso, concepito come un filtro molto estremo che catturi l’attenzione e anticipi quello che sarà lo spazio finale. Una specie di tunnel di passaggio dal quotidiano a qualcosa di inatteso.

Il loft è un unico ambiente suddiviso in spazi per le diverse funzioni.

La zona bar o brunch sulla destra insieme ad un tavolo di riunione e/o accoglienza stampa, lo spazio centrale, formato da arredamenti dinamici e versatili che si adatterà  alle esigenze dei temi che il loft offrirà ai suoi invitati, le isole di ripresa televisiva con due set diversi completi per le riprese saranno disposte sulla sinistra;

La particolarità innovativa del set televisivo è la scelta progettuale di gestione della cucina su un doppio livello, in modo da avere riprese particolari e movimento verticale da parte dello chef dallo spazio di cottura alla dispensa.